Confindustria, produzione industriale in crescita a giugno

La produzione industriale italiana conferma le attese positive e cresce nel secondo trimestre (+1,1%) con una dinamica analoga a quella rilevata nel primo, nonostante la forte correzione rilevata dall’ISTAT in maggio (-1,5%) e grazie al recupero stimato in giugno (+1,3%). Il sostegno viene soprattutto dalla domanda interna. Favorita dall’allentamento delle misure di contenimento del Covid-19 è ripartita la spesa delle famiglie, la componente finora più debole della domanda e tassello mancante nel puzzle della crescita. Gli imprenditori continuano a essere ottimisti, nonostante i timori di un possibile impatto negativo della c.d. “variante Delta” sull’andamento dei contagi.

Read More

Bandi ON e Smart Money, ancora risorse disponibili

Sono ancora aperti i termini di presentazione delle domande per richiedere gli incentivi per i bandi “ON – Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero” e “Smart Money”, le misure promosse dal Ministero dello Sviluppo economico per sostenere giovani e donne che vogliono avviare e ampliare nuove imprese e le startup innovative.

Read More

Cdp-Bei, accordo per sostenere le Pmi italiane

Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) hanno sottoscritto, lo scorso 13 luglio, un accordo di garanzia, nell’ambito dello European Guarantee Fund (EGF), per supportare l’accesso al credito delle imprese italiane che, pur mostrando prospettive di solidità nel lungo termine, si trovano in una situazione di difficoltà a causa dell’attuale congiuntura macroeconomica.

Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) hanno sottoscritto, lo scorso 13 luglio, un accordo di garanzia, nell'ambito dello European Guarantee Fund (EGF), per supportare l'accesso al credito delle imprese italiane che, pur mostrando prospettive di solidità nel lungo termine, si trovano in una situazione di difficoltà a causa dell'attuale congiuntura macroeconomica.

In particolare, BEI fornirà una garanzia a favore di CDP per la concessione di nuovi finanziamenti fino ad un massimo di 800 milioni di euro a supporto delle iniziative di sviluppo di Mid-cap e grandi imprese. La garanzia sarà pari a 600 milioni di euro e coprirà il 75% del valore nominale di ogni singolo finanziamento concesso da CDP, che potrà essere di importo massimo fino a 100 milioni di euro e durata fino a sei anni. Contestualmente, CDP si impegna ad erogare ulteriori finanziamenti per un importo equivalente al valore della garanzia BEI in favore di PMI e Mid-cap, portando così l’operazione a sviluppare complessivamente oltre 1 miliardo di euro destinato ai piani di crescita delle imprese.

“Grazie a questo accordo, Cassa Depositi e Prestiti conferma la vicinanza alle imprese italiane per supportare i loro piani di crescita nell’attuale contesto macroeconomico e per contribuire a restituire slancio al tessuto imprenditoriale del nostro Paese – ha dichiarato Dario Scannapieco, Amministratore Delegato di CDP – Con questa operazione, CDP consolida la storica e fruttuosa collaborazione con BEI e continua a favorire gli investimenti in Italia contribuendo alla ripartenza dell’economia”.

“Siamo lieti di poter contare sulla nostra lunga collaborazione con CDP per aiutare a sostenere le imprese in Italia e agevolare l’accesso ai finanziamenti – ha commentato Jean-Christophe Laloux, Direttore Generale della BEI – Grazie al sostegno del EGF, il fondo pan-Europeo di garanzia che fa parte delle misure dell’UE per portare l’Europa fuori dalla crisi causata dalla pandemia, la BEI può ancora una volta offrire le giuste garanzie per supportare le imprese italiane. Adesso che, anche grazie ai vaccini, si inizia a vedere la fine della pandemia, questi finanziamenti possono portare un po’ di ottimismo per stimolare la crescita”.

Read More

Mise, istituito fondo per imprese in difficoltà

E’ istituito al Ministero dello sviluppo economico un Fondo da 400 milioni di euro per il sostegno delle grandi imprese che si trovano in situazione di temporanea difficoltà a causa dell’emergenza Covid.

Imprese in difficoltà

Lo prevede il decreto attuativo del ministro Giancarlo Giorgetti, che è stato firmato di concerto con il ministro dell’economia e delle finanze e inviato alla Corte dei Conti per la registrazione.

Si tratta di una norma, l’art.37 del decreto Sostegni, che ha l’obiettivo di sostenere la ripresa e la continuità dell’attività di imprese che operano sul territorio nazionale e che si trovano anche in amministrazione straordinaria.

Condizioni eccezionali richiedono risposte speciali: è quello che ho sostenuto fin dal primo giorno al Mise rispetto alle conseguenze disastrose subite dal mondo dell’impresa a causa della pandemia”, ha dichiarato il ministro Giorgetti.

La norma consente, infatti, al Mise di intervenire, attraverso il Fondo gestito da Invitalia, con la concessione di finanziamenti agevolati che saranno rimborsabili in 5 anni, al fine di garantire continuità alle imprese con un numero pari o superiore a 250 dipendenti e che abbiano un fatturato superiore ai 50 milioni di euro o un bilancio superiore ai 43 milioni. La concessione del finanziamento agevolato è vincolata alla presentazione di un piano di rilancio dell’impresa, anche al fine di tutelare l’occupazione.

Per la misura è infine prevista l’autorizzazione della Commissione Ue nel rispetto delle norme su aiuti di Stato.

Per ulteriori approfondimenti è possibile contattare un consulente GA.FI., accedendo al sito ufficiale www.garanziafidi.com e contattando la sede più vicina.

Read More

Bankitalia, nel II semestre 2020 è proseguita la crescita della domanda di credito da parte delle imprese.

Nei mesi di febbraio e marzo del 2021 le filiali regionali della Banca d’Italia hanno condotto la nuova edizione dell’indagine sulle banche a livello territoriale (Regional Bank Lending Survey, RBLS), che rileva l’andamento della domanda e dell’offerta di credito e della raccolta bancaria nelle diverse ripartizioni geografiche per il secondo semestre del 2020.

Crescita domanda di credito Bankitalia

La domanda di credito da parte delle imprese

Durante questo periodo è proseguita la crescita della domanda di credito da parte delle imprese in tutte le macroaree. Le richieste sono cresciute in modo marcato per tutti i settori di attività economica e sono state indirizzate prevalentemente al sostegno del capitale circolante e al consolidamento delle posizioni debitorie in essere. Nello stesso periodo le condizioni di offerta si sono mantenute distese in tutte le ripartizioni territoriali. Si è osservato un ulteriore miglioramento degli spread applicati alla clientela e un aumento delle quantità offerte.

Nello specifico, la domanda di finanziamenti da parte delle imprese ha continuato a crescere, seppure in misura lievemente inferiore rispetto al primo semestre dell’anno; l’aumento ha riguardato tutte le macroaree e tutti i settori produttivi. Anche per il settore delle costruzioni, che diversamente dagli altri comparti non aveva registrato un aumento delle richieste di credito nel primo semestre dell’anno, la domanda di finanziamenti è aumentata.

In connessione con l’orientamento espansivo della politica monetaria e con la proroga delle misure di sostegno al credito adottate dal Governo e dalle Autorità di vigilanza, le condizioni di offerta alle imprese da parte degli intermediari si sono mantenute distese anche nella seconda parte del 2020 verso tutti i settori e in tutte le aree territoriali, con un allentamento più deciso nel Nord Ovest e al Centro. Le quantità offerte dalle banche sono ulteriormente aumentate e le componenti di costo (spread e costi accessori) hanno continuato a diminuire; gli intermediari hanno anche ampliato le deleghe ai responsabili delle filiali in materia di erogazione. La distensione dei criteri di offerta, che ha riguardato soprattutto le banche di maggiori dimensioni, è stata solo parzialmente attenuata dai maggiori rischi percepiti per l’attività economica, soprattutto nei settori o nelle aree in cui gli effetti della crisi sono stati più marcati.

Crescita della domanda e previsioni intermediari

Secondo le previsioni degli intermediari, la crescita della domanda di credito dovrebbe attenuarsi significativamente nella prima parte del 2021 in tutte le aree territoriali; allo stesso tempo, i criteri di offerta sarebbero improntati a una maggiore prudenza.

Read More

Rapporto Mise/Infocamere, crescono le startup innovative

Superata la quota 13mila: le startup innovative a luglio 2021 fanno un ulteriore balzo in avanti. E’ quanto emerge nel report di monitoraggio trimestrale frutto della collaborazione tra MISE e InfoCamere, con il supporto del sistema delle Camere di Commercio. Le startup ad oggi contano 13.582, il 3,6% di tutte le società di capitali di recente costituzione

Read More

Importante collaborazione GA.FI.-UNACO su bonus edilizi e gestione finanziaria delle aziende edili

GA.FI. per agevolare la gestione dei crediti per i bonus edilizi è lieta di comunicare che ha stipulato un accordo convenzionale con UNACO

Read More

Veroplast, dove c’è sempre qualcosa di innovativo da realizzare

Prosegue il nostro cammino alla scoperta delle eccellenze imprenditoriali affiancate da GA.FI., oltre che nel rapporto con gli Istituti di Credito, anche con prodotti e servizi consulenziali, a misura di impresa. Questo mese siamo andati ad Angri, in provincia di Salerno, dove abbiamo visitato la Veroplast, azienda leader nel settore dell’estrusione, so­ffiaggio e stampaggio delle materie plastiche made in Italy, fondata nel 1982 da Francesco Campitiello (Amministratore), coadiuvato oggi dai figli Alfonso (Resp. Finanziario e Vendite), laureato in economia aziendale, e Silvia (Resp. Qualità, Ambiente e Certificazioni), laureata in ingegneria.

Read More

GA.FI approva la semestrale – Risultati oltre le previsioni

Il Consiglio di Amministrazione GA.FI. ha approvato la semestrale 2021 che, evidenzia un risultato estremamente positivo in un contesto ancora profondamente deteriorato dalla pandemia e dalle misure straordinarie del FCG che hanno reso la garanzia dei Confidi priva di reale efficacia.

Read More

Le novità dal Fondo di Garanzia

E’ stata emanata la circolare del Mediocredito Centrale n.6/202

Read More